Facciamo cambio

Il progetto “Facciamo cambio?” intende dare prosecuzione al lavoro già condotto a Valtesse favorendo il passaggio, nei giovani, dal protagonismo all’assunzione di responsabilità; il lavoro educativo condotto con loro vuole essere trasformato in accompagnamento che prevede, quale obiettivo, il raggiungimento di autonomia nell’organizzazione e nell’investimento del proprio tempo. Inoltre, vengono valorizzati l’impegno e la conoscenza relativi alla storia locale di cui gli anziani del Centro Ricreativo Valtesse per la terza età dispongono. La valorizzazione va sia nella direzione di fare conoscere agli alunni dell’Istituto Comprensivo Camozzi parti di storia locale, sia nella possibilità di trasferire la capacità di raccogliere e di documentare agli anziani del quartiere di Monterosso.

A Monterosso, il Centro socio culturale è fulcro di una serie di proposte rivolte ai bambini ed agli adolescenti che vanno nel senso di una genitorialità diffusa e a favore di una comunità educante: presso il locali del CSC sono organizzate attività ludiche, ricreative, laboratoriali in diverse fasce orarie per rispondere a bisogni di carattere differente portati dalle famiglie e agli interessi di bambini e ragazzi di differenti età.

A Valtesse e a Monterosso sono stati avviati gruppi di autoformazione per genitori e adulti con responsabilità educative: questa proposta si pone in continuità con il lavoro di confronto e collaborazione che il progetto “Generazioni in azione” si era proposto di fare con il corso sulla gestione dei conflitti.

In collaborazione con il Centro giovanile Mafalda e con i giovani dell’oratorio di Valtesse, si dà continuità al lavoro di alfabetizzazione informatica già avviato con “Generazioni in azione” al fine di creare una social street a partire dall’uso diffuso e consapevole dei social network, delle loro potenzialità e dei loro limiti. Ciò favorisce la collaborazione tra generazioni differenti. Tale obiettivo, trasversale al progetto e a diverse attività, è perseguito anche con la creazione di una web radio: sia la formazione necessaria per la sua costituzione, sia la successiva gestione del palinsesto verranno condivise tra le diverse realtà del volontariato.

Si continua a stimolare la collaborazione dei ragazzi e dei giovani alle attività proposte dalle realtà del volontariato dei due quartieri. In particolare, Aiuto per l’autonomia coinvoge i ragazzi nel progetto “Disnà”, nel lavoro di manutenzione della green way, nella pulizia degli automezzi. Anche UILDM offre ai ragazzi l’opportunità di compiere dei lavori nell’ambito della sede.

Il dialogo intergenerazionale permea il laboratorio “Che storia!” grazie al quale, gli alunni dell’I.C. Camozzi intervistano gli anziani dei due quartieri con il supporto degli insegnanti e del Centro ricreativo Valtesse. I ragazzi che lo scorso anno hanno partecipato al laboratorio di fotografia realizzeranno degli scatti. Il materiale prodotto confluirà in una pubblicazione.

Si lavora all’implementazione della rete sociale sia con una formazione ad hoc sia attraverso il web.

(Visited 162 times, 1 visits today)

I commenti sono chiusi